Prova Gratuita GDR
Google
Prova Gratuita GDR
Google
Gocce di Rugiada
Se tutti avessimo un depuratore d’acqua domestico, quali sarebbero i vantaggi per l’ambiente?
Our planet is not garbage
13/11/2021

L’acqua potabile nelle nostre case è un bene prezioso, di cui frequentemente non ci rendiamo conto. Sono però molte le persone che scelgono di bere l’acqua in bottiglia a discapito di quella del rubinetto, sia perché trovano il sapore poco gradevole, per via dell’aggiunta del cloro, sia perché temono che non sia veramente pura e priva di agenti contaminanti. In questi casi un depuratore (o purificatore) d’acqua domestico si dimostra la soluzione ideale.

Meno plastica, meno inquinamento

Acquistare acqua in bottiglia significa contribuire a produrre rifiuti in plastica, estremamente dannosa per l’ambiente. Sono necessari, infatti, centinaia di anni per la degradazione di una bottiglia di plastica e riciclare è una soluzione solo parziale, dal momento che il materiale di queste bottiglie più essere riutilizzato solo un numero limitato di volte. Oltre a questo, va considerato l’inquinamento e i consumi conseguenti alla produzione delle bottiglie e al loro trasporto fino ai centri commerciali, con un ulteriore danno all’ambiente.

Depuratore e ambiente: verso il rispetto per la natura

Evidenti sono anche i vantaggi dal punto di vista ambientale, soprattutto se si confronta l’impiego di un depuratore con quello dell’acqua in bottiglie realizzate in plastica PET, un materiale non biodegradabile che purtroppo molto spesso troviamo abbandonato nell’ambiente. Inoltre, un minore impiego di tale materiale plastico significa minori costi di smaltimento e un conseguente impatto ridotto sull’ambiente. Questo porta a emissioni ridotte di CO2, associate normalmente al trasporto delle bottiglie dal luogo di produzione a quello di commercializzazione. Il CO2, infatti, è uno degli elementi in grado di favorire l’effetto serra. Non deve essere dimenticato il risparmio di tempo e denaro connesso all’acquisto dell’acqua in bottiglia. Niente più spostamenti in auto fino al supermercato, maggior spazio in dispensa e nessun peso da trasportare sulle scale.

Addio mal di schiena

Installando un depuratore (o purificatore) d’acqua domestico potrete finalmente dire addio ai pesanti e ingombranti pacchi d’acqua da portare in casa, magari lungo una o più rampe di scale. Per chi ama bere l’acqua fresca e con bollicine, inoltre, esistono depuratori (o purificatori) in grado di aggiungere anidride carbonica (CO2) all’acqua del vostro rubinetto e di refrigerarla, rendendola fresca e frizzante. Non c’è quindi più ragione di acquistare acqua in bottiglia, e la vostra schiena vi ringrazierà.

Altro da leggere …

Acqua del rubinetto: si o no?

Acqua del rubinetto: si o no?

È arrivato il momento di fare chiarezza: l’acqua che esce dal rubinetto della cucina, è buona o no? A onor del vero, per legge, è controllata continuamente. L'attuale normativa europea, infatti,...

leggi tutto
Microfiltrazione o osmosi inversa?

Microfiltrazione o osmosi inversa?

L’installazione di un purificatore dell’acqua domestica è la soluzione più economica e salutare che tu possa scegliere. I sistemi per il trattamento dell’acqua rispondono a molteplici necessità di...

leggi tutto