Informazioni sull'acqua

TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE SULL'ACQUA

 

L'acqua nel mondo e qualche curiosità

L'acqua sul nostro pianeta è presente in forma solida, liquida o gassosa. Essa è indispensabile per la vita. Però perché sia potabile è necessario che l'acqua sia abbastanza pura. Però, visto che moltissime sostanze sono solubili in acqua, in natura praticamente non esistono acque pure. Sulla Terra sono presenti circa 1 miliardo e 360 milioni di chilometri cubi d'acqua, di cui circa il 97% sono acque marine, in maggioranza oceaniche. L'1% del totale si trova nel suolo all'interno delle falde acquifere mentre circa il 2% del totale sono nei ghiacciai e nelle calotte polari. Una parte in proporzione molto piccola si trova in forma di vapore acqueo nell'atmosfera e circa lo 0,02% del totale costituisce le acque dolci che si trovano nei laghi, nei fiumi e nei mari interni. Solo il 2,5% del volume totale presente sulla Terra è formato da acqua dolce e più dei 2/3 di questa si trova in pochi ghiacciai, in particolare nell'Antartide e in Groenlandia, che sono quindi la principale riserva di acqua dolce nel nostro pianeta. Un ulteriore 30% dell'acqua dolce si trova in falde sotterranee e solo meno dell'1% dell'acqua dolce si trova in laghi, fiumi o bacini ed è quindi facilmente accessibile. L'effetto serra e l'aumento delle temperature hanno causato e causano la fusione dei ghiacciai. Questo ha un forte impatto ambientale, sia per l'innalzamento del livello dei mari ma anche per la scomparsa di questa riserva. Durante la fusione dei ghiacci, infatti, l'acqua dolce si mescola a quella salata del mare, divenendo inutilizzabile dall'uomo.

 

L'acqua nel nostro corpo

L'acqua è indispensabile al metabolismo umano e quindi il nostro corpo ne necessita. Il nostro organismo è composto per il 65 -70 % d'acqua. Quando giornalmente l'acqua che si perde è di uguale quantità a quella reimmessa nell’organismo, questo si dice in equilibrio idrico. Il recupero avviene bevendo e consumando altri liquidi e cibi quali frutta e verdura che sono ricchi di acqua. Bere quindi fa bene per tenere il nostro corpo giovane ed in salute. I reni, a questo proposito, sono determinanti. Infatti il nostro corpo, grazie ai reni, elimina le tossine con l'aiuto dell'acqua. Per questo motivo bere nella quantità consigliata favorisce il ricambio idrico. Bere molta acqua inoltre aiuta a mantenere in salute la nostra pelle. Infatti questa contiene la maggior quantità d'acqua, circa il 70%. Giornalmente il nostro corpo ha bisogno di reintegrare almeno 2 litri di acqua. Questa misura è puramente indicativa, perché essa dipende dall'attività svolta, dall'età e dal peso.

 

L'acqua per i bambini

Il corpo di un bambino è composto per circa il 70% di acqua. E' l'idratazione della pelle dei bambini che la rende liscia, paffuta e naturalmente morbida. Al contrario, i primi indicatori di una possibile condizione di disidratazione sono la secchezza e la perdita di elasticità della pelle. Bisogna porre molta attenzione che ciò che i bambini mangiano o bevono non contenga sostanze nocive per la loro crescita e la loro salute perché il giovane organismo dei piccoli è molto sensibile. Particolare attenzione va posta al residuo fisso contenuti nell’acqua ed alla concentrazione di nitrati. Bisognerebbe sempre tener presente che l’acqua per i bambini dovrebbe essere il più priva possibile di nitrati, anche se il limite di legge per il contenuto di nitrati nel sistema idrico nazionale non è dannoso per i neonati.

 

Qual è il grado di filtrazione dell'osmosi inversa?

L’osmosi inversa è un sistema di filtraggio che permette di trattare l’acqua rendendola più sana per l’uso alimentare. E’ un processo sicuro, ed è il sistema più utilizzato nel mondo. Questo perchè consiste in una membrana che, come una barriera, separa l'acqua dalle altre sostanze contenute in essa, senza utilizzare per questo agenti chimici. La membrana infatti, trattenendo il 90-95% dei solidi disciolti nell’acqua, ne lascia passare le particelle “pulite”, ottenendo un’acqua definita “oligominerale”.

 

L’acqua trattata con osmosi inversa è davvero più conveniente?

L'Italia è il primo paese al mondo per produzione e consumo di acque minerali e, di conseguenza, sono molti gli interessi economici che gravitano intorno a questo commercio. Un litro d'acqua confezionato, infatti, costa circa quanto 1000 litri di acqua di rubinetto (Wikipedia). Le diverse acque imbottigliate in Italia sono circa 500. Il costo dell'acqua in bottiglia è molto superiore rispetto a quella comune del rubinetto, e ciò viene giustificato dandone il merito alle caratteristiche terapeutiche e nutritive che possiederebbe, senza considerare il fatto che i nutrizionisti consigliano l'assunzione di minerali non dall'acqua ma dal cibo. L’acqua imbottigliata contiene inoltre il cosiddetto residuo fisso, composto da svariate sostanze che rimangono dopo che l'evaporazione dell'acqua. Questo residuo, oltre ad essere composto da sali minerali, è composto anche da metalli e tracce di altre sostanze nocive, che se non rimosse finiscono nel nostro corpo insieme all’acqua che beviamo. L'acqua trattata con gli impianti ad osmosi inversa è più sana perché ha un residuo fisso quasi pari a zero. Inoltre comporta benefici per l'ambiente in quanto non rende necessarie le bottiglie in plastica, ne per il trasporto ne per quel che riguarda lo smaltimento. Infine, consente di ammortizzare l’iniziale spesa dell'impianto in tempi piuttosto brevi, dato il suo costo rispetto a quello dell'acqua in bottiglia, che è decisamente inferiore.

 

Perché scegliere l'osmosi inversa e non bere l'acqua del rubinetto?

L'acqua del rubinetto, anche se sembra essere l'unica scelta rispetto all'acqua confezionata, spesso non è buona anche se potabile. Questo perché in tantissime città per potabilizzare l’acqua viene aggiunto del cloro, che serve a impedire la riproduzione dei batteri. Ma il cloro modifica il gusto e il colore dell'acqua, oltre che danneggiare il nostro organismo. A volte capita che l’acqua che fuoriesce dal rubinetto è di colore rosso, ad indicazione del fatto che contiene del ferro. Questo componente può dipendere dalle tubature, oppure essere di origine naturale. In alcune zone può capitare addirittura che l'acqua risulti amara e maleodorante. Con i nostri impianti l'acqua oltre che più sana, diventa anche più buona, perché viene privata di tutto ciò che ne altera colore e gusto e da tutte le sostanze potenzialmente nocive.